The Ratcatcher: un gioco in solitaria pieno di pantegane

The Ratcatcher: un gioco in solitaria pieno di pantegane

Un gioco strategico in cui in veste di acchiappatopi dovrete conquistare il formaggio magico e liberare la città di Brie dalla piaga dei ratti

Pubblicato da RiKindred il 02-02-2023

Scheda tecnica

Anno pubblicazione: 

2020

N° giocatori: 

1

Durata: 

30-45 min

Autore: 

Matthew Aslin

Illustratore: 

Matthew Aslin

Distributore: 

Platypus Industries

Contenuto scatola/confezione

  • 1 regolamento
  • 4 meeples acchiappatopi in legno
  • 4 plance giocatore doppio strato
  • 4 meeples Nemesi in legno
  • 4 plance Nemesi
  • 12 ratti peculiari
  • 25 carte città
  • 10 dadi
  • 17 cubetti colorati
  • 37 segnalini in cartone
  • 18 forme di formaggio
  • 64 topolini in legno

Ragazzi, sono veramente euforico.
Il regno di Brie ha fatto una scoperta di proporzioni epiche nel campo del formaggio.
Oltre, finalmente, a non dover più sfruttare le mucche per produrlo,  questo formaggio è anche magico e può essere utilizzato per qualsiasi cosa, persino ottenere un Diesci da Alessandro Borgese.

Purtroppo non è tutto oro e fiori. Questa prelibatezza ha attirato pantegane da tutto il mondo ed ora il regno ne è completamente infestato.

Cosa c'entriamo noi in tutto ciò? 
Beh, noi, in quanto acchiappatopi, siamo l'ultima speranza per la città di Brie, oltre al fatto verremo pagati profumatamente quindi perché rifiutare questo lavoro?
Dovremo contare su tutta la nostra strategia e abilità per esplorare la città ed usare le azioni limitate per accaparrarci il formaggio magico, potenziandoci, e rallentare l'avanzata dei topi, catturandoli.

Più facile a dirsi che a farsi.

Il nemico ha i numeri dalla sua parte, oltre ai ratti peculiari (dotati di caratteristiche uniche) e la Nemesi, una vera e propria nutria con i fiocchi.
Se durante la partita questi adorabili roditori riusciranno a mettere le zampe sulle fette di formaggio magico, muteranno acquisendo nuovi pericolosi poteri.

All'interno della scatola dalle discrete dimensioni, possiamo vedere che è tutto organizzato come Dio comanda. Cosa più importante è che tutti gli elementi di gioco defustellati e le carte imbustate potranno essere contenuti all'interno senza problema alcuno.
Sembra una cosa da poco o scontata ma sappiamo tutti che molto spesso i giochi diventino come le valigie di ritorno dalle vacanze, impossibili da chiudere decentemente.

I materiali sono meravigliosi, a partire dalle miniature in legno degli acchiappatopi e delle nemesi, fino ai cubetti colorati delle abilità e agli spicchi brillantinati di formaggio magico. Un piccolo "tanto di cappello" è da fare anche al sacchettino di iuta che contiene tutti i piccoli topolini in legno e, per chi l'ha comprato, anche il sacchettino con le miniature dei ratti peculiari (il gioco base ha dei segnalini in cartone).

 

SET UP

Per preparare il gioco abbiamo bisogno innanzitutto di spazio...tanto spazio. Tutta la tavola deve essere sgombra. Tra plance varie, contenitori, segnalini e la città che si espanderà durante la partita, inizierete presto a sentirvi stretti.

Partita the Ratcatcher

Scegliamo ora un acchiappatopi da impersonare, la relativa statuina e la fighissima plancia doppio strato.
Ogni acchiappatopi ha poteri speciali unici, oltre a possedere valori diversi in salute, l'attacco, il movimento,...quindi scegliete bene il protagonista dell'avventura.
Per terminare la preparazione prendiamo i cubetti rossi e neri e piazziamoli negli spazi della plancia con il simbolo * presente, rappresentante il valore base di quella caratteristica; nell'angolo in alto a destra ci sarà anche il numero di trappole che avremo a disposizione durante la partita, quindi prendiamole e riponiamole in quest'area della plancia.

Quale sarà il ratto Nemesi che combatteremo durante la partita?
Anche qui la scelta è nostra ma questa volta bisogna ponderarla accuratamente.
Come con gli acchiappatopi, ogni ratto Nemesi ha le sua abilità speciali, che influiranno pesantemente la partita, oltre a potenziare i topi già presenti in città.
Anche per la Nemesi, dopo averla scelta, piazzeremo un cubetto rosso lungo il tracciato della salute, dove è presente il *.

Ratcatcher plancia nemesi

Se siete sopravvissuti fino a questo punto, bene, molto bene. Ma la parte difficile arriverà tra poco. Come ultima cosa cercate la carta città con il numero #00 (da un lato la modalità normale, dall'altro quella difficile) e piazzatela al centro del tavolo e collegate subito altre due carte città, popolandole con i segnalini e ratti indicati. 

Dopo aver controllato un'ultima volta di avere tutti gli elementi di gioco a portata di mano e siamo pronti a cominciare.

Ratcatcher plancia acchiappatopi

COME SI GIOCA

Una partita si sviluppa in un indeterminato numero di turni, alternati tra l'acchiappatopi, controllato dal giocatore, e i ratti, controllati dall'IA.

Durante il nostro turno potremo:

  • Muoverci nella città, usando le azioni movimento che avremo a disposizione
  • Piazzare trappole nella zona in cui ci troviamo oppure in una adiacente, pagandone il costo, solitamente in punti movimento.
  • Attaccare i ratti presenti nella zona in cui siamo posizionati, lanciando i dadi attacco di cui disponiamo per cercare di colpirli. Nel caso riuscissimo a mettere a segno un colpo, il ratto viene immediatamente catturato e messo all'interno della gabbietta.
  • Usare le nostre abilità speciali (cubetti gialli e viola) se le abbiamo sbloccate e se abbiamo dei cubetti disponibili.
  • Rimettere dei ratti catturati nel sacchetto e ottenere una delle ricompense segnate nella gabbietta.
  • Raccogliere uno spicchio di formaggio magico nella zona in cui ci troviamo ma solamente se non ci sono ratti presenti. 

Ratcatcher meeples acchiappatopi

Le azioni potranno essere eseguite in qualsiasi ordine vogliamo ma saranno limitate.
Man mano che svolgeremo il nostro turno, sposteremo il cubetto dell'azione effettuata, ad esempio il movimento, oppure toglieremo i dadi disponibili, come durante l'attacco. Ogni caratteristica tornerà poi al valore di default al turno successivo.

La vera chicca strategica di questo gioco inizia quando il nostro personaggio riesce a raccogliere con successo del formaggio magico.
Oltre a rappresentare una delle nostre condizioni di vittoria, può essere usato per migliorare una delle nostre caratteristiche, così da avere a disposizione più azioni.

In alternativa il formaggio magico può essere assegnato ad un'abilità che, se bloccata, la renderà disponibile riempiendo la riserva di cubetti colorati. Se l'abilità è invece già sbloccata, la ricaricherà completamente.

Terminate le nostre azioni, il turno del giocatore finisce.
Se ci sono due o meno spicchi di formaggio nella città si provvederà ad espanderla, pescando altre carte dal mazzo e connettendole a quella dove si trova la pedina del giocatore.
Il turno ora passa ai ratti, alla pericolosa IA, allo Skynet che ci metterà i ratti tra le ruote.

Ratcatcher partita in corso

Turno dei topi (IA)

Ecco il nemico del gioco. Una colonia di roditori, con abilità e caratteristiche differenti. Analizziamo innanzitutto l'entità della minaccia:

  • I ratti bianchi sono i più semplici e hanno un solo interesse: il formaggio. La loro forza diventa evidente quando sciamano verso di esso. 
  • I ratti marroni sono malvagi e il loro interesse è il sangue. Non si faranno problemi ad accerchiare l'acciappatopi o ad attaccarlo nel caso provasse a fuggire.
  • I ratti neri, sono gli allevatori e con loro arrivano anche più topi. Meglio farli fuori prima che proliferino.
  • I ratti peculiari sono un ostico avversario in stile mini boss. Ognuno con il proprio obiettivo e abilità, complicherà la ricerca dell'acchiappatopi, ma offrirà anche succose ricompense se venisse catturato
  • I ratti Nemesi sono praticamente delle nutrie giganti. Il Formaggio Magico ha trasformato la loro mente e il loro corpo e l'unico modo di liberare il regno dalla piaga dei topi, sembra essere uccidere questi mostri e farne delle pellicce.
    Ogni Nemesi, oltre ad avere le abilità uniche, ha anche un tracciatore di formaggio magico. Man mano che, durante la partita, i topi raccoglieranno formaggio magico, questo tracker aumenterà, modificando i ratti comuni, evocando ratti Peculiari e innescando la generazione del topo nemesi. Questo rende ogni variante Nemesis una sfida unica nel suo genere.

Ratcatcher topi
Come prima cosa del turno dei ratti, dovremo muoverli lungo le strade città, facendo seguire ad ognuno i suoi obiettivi: i ratti bianchi e neri andranno verso il formaggio, i ratti marroni verso l'acchiappatopi,...il tutto illustrato in una carta riassuntiva più che esplicativa.

Dopo il movimento dei ratti, le trappole posizionate nel turno del giocatore si attiveranno, con la possibilità di mettere fuori gioco dei nemici.

I ratti marroni, peculiari e Nemesi, se presenti nella nostra stessa casella, ci morderanno infliggendoci danno pari alla somma della potenza del loro morso meno il valore della nostra difesa.
Se almeno 5 ratti sono presenti in una casella con del formaggio magico, questi lo consumeranno. I ratti in questione verranno rimessi dentro al sacchettino, mentre il formaggio verrà posizionato del tracker della Nemesi, innescando eventi o nuove abilità.

I nidi e i ratti neri alleveranno nuovi nemici, mettendo in gioco un ratto ciascuno. Nel caso un ratto nero fosse messo in città in questo modo, dovremo pescarne un altro, finchè uno bianco o marrone non viene posizionato. 
Al termine del turno dei ratti, si farà di nuovo un check se sarà necessario o meno espandere la città con nuove carte.

Ratcatcher partita in corso

La partita vedrà alternarsi turni tra acchiappatori e ratti, finché una delle condizioni di vittoria non viene soddisfata. In quel preciso istante la partita termina con la vittoria del giocatore se:

  • Il ratto Nemesi è stato sconfitto. Senza la sua maligna influenza gli altri ratti non agiscono più come un unico organismo e verranno eliminati senza problemi. La città di Brie è libera e l'acciappatopi verrà ricordato in eterno come un eroe.
  • Sono state recuperate 10 forme di formaggio. Congratulazioni, vi siete accaparrati tutto il formaggio i città ed i topi, non avendo più nulla di magico di cui nutrirsi, sono tornati normali ratti. La città è salva, per ora.

Sarà invece la colonia di topi a vincere se:

  • La salute dell'acchiappatopi è ridotta a 0 o inferiore. Congratulazioni, siete morti. I ratti vi hanno ucciso e si sono nutrivi di voi. Senza più nessuno che li fermasse sono riusciti a soggiogare la città, forse anche il mondo.
  • I ratti hanno conquistato 10 forme di formaggio. I topi hanno raccolto troppo formaggio magico e sono mutati fino ad essere inarrestabili. Guidati da un'invincibile ratto nemesi, nulla potrà fermare la loro avanzata.

 

Dove comprare The Ratcatcher

The Ratcatcher Print and Play

Opinione finale

Cosa si può dire su questo gioco?

I materiali sono meravigliosi (le cosine in legno sono amore a prima vista e le plance doppio strato sono apprezzatissime), con una grafica in bianco e nero che conquista sempre e la scatola che, seppur grande per un gioco in solitaria, non occuperà uno spazio eccessivo nella vostra libreria.

Il gameplay è molto profondo, facendovi addentrare nelle vie della città a combattere i ratti e fornendo plance personalizzate ad ogni acchiappatopi con ognuno la propria storia.
Non vi troverete mai a ripetere una partita, rischiando di annoiarvi.
Già con 4 ratti nemesi e 6 acchiappatopi sono possibili 24 combinazioni e vi sfido a vincere ogni partita con facilità.

La rigiocabilità è alle stelle, di certo non vi annoierete mai. Anzi, più giocherete più vorrete provare nuove strategie per confrontarvi con i vostri nemici.
Tentare  attacchi mai provate e l'innumerevole quantità di approcci possibili per gli upgrade del personaggio vi terrà impegnati per molte e lunghe serate, che molte volte si concluderanno in sconfitte.
Ciò che spicca è invece la difficoltà che si ha a vincere che potremo a sua volta aumentare tramite la modalità hardcore del gioco stesso. Insomma, questo è un gioco che vi mette alla prova mentalmente, per quanto possa sembrare semplice all'apparenza.

Purtroppo la perfezione non esiste e anche questo gioco ha le sue pecche.

Il fatto che sia un solitario taglia fuori una fetta enorme di pubblico, abituato a party game o comunque giochi da più persone. Una versione per due giocatori è stata annunciata a data da destinarsi, sperando che non finisca nel dimenticatoio.

Il costo , poi, non è indifferente. Nonostante li valga tutti (grafica, gameplay studiato, materiali,...) molti non sono disposti a spendere una cifra consistente per un gioco in solitaria. Un'alternativa per ovviare al prezzo, è quella di acquistare, ad una somma misera, la versione Print And Play del gioco stesso a questo link.

Se avete deciso di accettare la missione, buona caccia al formaggio, altrimenti meglio che vi guardiate le spalle...i ratti vi tengono d'occhio...e attendono.

 

 

Contenuti correlati

Odyssey copertina
Recensione -

Odyssey – Black Tales: la Recensione del GDR tra Miti e Menzogne

Esplorate un Mediterraneo contorto con Ulisse e il suo equipaggio di predoni spietati in un'Odissea low-fantasy. Svelate segreti, menzogne e avventure in sette atti unici.

Pulsazione GDR investigazione temporale
Recensione -

Pulsazione, il GDR sui viaggi nel tempo e investigazioni

Un GDR masterless sempre nuovo e adatto a tutti, in cui viaggeremo nel passato e nel futuro per scoprire le storie mai raccontate perse nel tempo e tutta la catena di eventi che le ha causate

Wanderhome copertina
Recensione -

Wanderhome, la dolce e pucciosa soluzione a D&D

Un gioco di ruolo senza combattimenti in cui, alla ricerca di casa, i personaggi esploreranno la terra di Hæt. Tra creature bisognose, festival unici e problemi da risolvere, la vera anima della storia sarà il viaggio.